PROGETTO SCUOLA

 

  NO SMOG ARIA PULITA 

INCONTRI PER CONOSCERE
INCONTRI PER CAMBIARE

Da un monitoraggio sulla presenza di benzene in quattro città campione (Milano, Firenze, Roma e Napoli) è risultato che i nostri bambini assumono ogni giorno la stessa quantità di benzene (sostanza altamente cancerogena) che assumerebbero fumando 12 sigarette. Inoltre, un'analisi sulle concentrazioni di benzene da noi condotta a tappeto su 23 siti cittadini in collaborazione con l'Istituto Tumori di Genova, Dipartimento di Chimica ambientale, ha evidenziato, a tutt'oggi, una situazione gravissima di ben oltre i 10 microgrammi al metro cubo, limite massimo imposto dalla legge.

Non dimentichiamo, infatti, che la tossicità cronica causata dallo smog autoveicolare può provocare, oltre a raffreddori cronici, tossi, tonsilliti, bronchiti ed angosciosissimi stati di asma bronchiale, anche modificazioni del midollo osseo, quindi leucemia ed anemia, con sintomi aspecifici come cefalea, inappetenza, vertigini, astenia, difficoltà respiratorie, pallore... A questo quadro allarmante, si aggiunge, adesso, anche il "boom" dei telefoni cellulari con il conseguente proliferare delle antenne della telefonia mobile (sempre per i cellulari) i cui danni per la salute umana, sono ormai documentati da studi di ultima generazione.

Purtroppo, oltre che da forti interessi di mercato e quindi da una pubblicità mistificatoria, tale grave situazione è originata anche dalla scarso senso critico e dalla mancanza di una reale sensibilità ecologica dei cittadini ed è quindi compito della scuola educare le nuove generazioni e le loro famiglie ad una maggiore consapevolezza ambientalista e sanitaria.

Il Comitato Mamme Antismog® ha attuato, già nei passati anni scolastici, in alcune scuole di Napoli una iniziativa in collaborazione con gli insegnanti nell'ambito dell'educazione ambientale, con specifico riferimento all'inquinamento atmosferico: il Progetto No Smog Aria Pulita - incontri per conoscere, incontri per cambiare.

Le Mamme Antismog®, insieme agli insegnanti, hanno incontrato alunni e genitori dando informazioni sulla grave situazione in città con l'aiuto di dati statistici, analisi, studi e relazioni scientifiche, supportati da lucidi e opuscoli illustrativi; hanno risposto alle domande dei ragazzi e dei genitori, hanno stimolato il dibattito sulle possibili soluzioni del problema, dando quindi l'avvio ad un lavoro didattico portato in seguito a termine dagli insegnanti nell'ambito dei laboratori programmati, con l'obiettivo di stimolare negli alunni un maggiore senso critico e una consapevolezza ambientalista.

Le scuole che volessero aderire a queste iniziative possono comunicare la loro adesione al Comitato Mamme Antismog ® dove è possibile anche avere accesso ad un'ampia documentazione sulla pessima qualità dell'aria a Napoli e le relative patologie da inquinamento. I dati più significativi sono contenuti alla pagina dedicata a questo argomento redatta con il patrocinio della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, sezione di Napoli e con la collaborazione del Centro Antiveleni e di Emergenza Tossicologica Regionale "A. Cardarelli".

Ecco alcune delle iniziative già intraprese in collaborazione con le scuole:
3 marzo 1999 : incontro con gli studenti della Scuola Media Statale "Michelangelo" - Napoli - sulle tematiche inerenti la qualità dell'aria a Napoli e conseguenti patologie da inquinamento e sull'elettrosmog;
10 maggio 1999: incontro insieme alla Dottoressa Andreina Fossati con gli alunni della Scuola Elementare del 36° Circolo "L. Vanvitelli" - Napoli - sulle tematiche inerenti all'inquinamento a Napoli e le relative patologie.
15 marzo 2002: incontro con gli studenti del Liceo istituto Don Milani di Scienze Sociali di San Giovanni ( NA) sulle tematiche inerenti all’inquinamento atmosferico ed elettromagnetico.

 
Previous Home Next 
Per informazioni e adesioni scrivi a: titti.tidone@mammeantismog.org